La mia casa londinese BEFORE

Sembra passato un secolo dal nostro trasferimento a Londra, invece siamo arrivati poco più di un mese fa. Il Natale appena trascorso, l’inizio dell’asilo per Catherine, le visite per la gravidanza e la sistemazione della casa hanno fatto sì che questi giorni siano stati pienissimi e, purtroppo, ho dovuto accantonare un pochino il blogger per dedicarmi anima e corpo alla casa. Mai prima d’ora avevo vissuto in una casa che mi rispecchiasse così tanto e, per questo, sento l’esigenza di renderla perfetta prima dell’arrivo del piccolino. Credo proprio di essere in piena sindrome da nido: mi dico che dopo non avrò più tempo e, approfittando delle ore in cui sono libera la mattina, sono alla perenne ricerca di oggetti e disposizioni perfette. Ho ben chiaro come voglio “trasformare” questa casa, ma, siccome non posso spendere migliaia di euro, fare ricerca è diventata la parola chiave del mio tempo libero; ormai la notte sogno di cuscini e stoffe e credo di essere ad una passo dalla follia haha.

C’è ancora tantissimo da sistemare e tanti mobili arriveranno nelle prossime settimane: ho acquistato i complementi d’arredo mano a mano, per vedere come si fondevano tra di loro e per evitare di creare accozzaglie. Errore già commesso quando, presa dalla smania, acquistai il copriletto, prima ancora di entrare in casa, scordandomi di avere una parete verde pistacchio.

L’unica stanza che considero finita è la cucina, devo solo trovare qualcosa di carino da appendere alle pareti ed il gioco è fatto, mentre il resto è un big work in progress.

Nel salotto mancava un tavolino da caffè e, al suo posto, abbiamo optato per un puff morbido (onde attutire le botte del toddler in arrivo) che ho ordinato nella stessa fantasia floreale del cuscino del divano; sopra di esso vorrei mettere un bel vassoio in legno bianco per bicchieri e snack vari. Sempre per la sala è in arrivo un tavolino bianco, che sistemerò di fianco al divano, ed un orologio bello grande che appenderò al muro che, al momento, è davvero spoglio.

Il bagno necessita di un po’ di TLC come lo chiamano gli inglesi (tender loving care), i precedenti inquilini hanno avuto la brillante idea di fare ben tre buchi nei pannelli di legno e devo trovare il modo di coprirli senza danneggiare ulteriormente la parete. Vorrei anche acquistare un ripiano in metallo da appoggiare alla vasca sul quale sistemare qualche prodotto beauty ed una candela. Sia i prodotti che la candela saranno degli acchiappapolvere (o ciapapuer per chi conosce il piemontese) poiché non ho mai tempo di entrare in vasca 😉

La nostra stanza è la quella che mi piace di meno in assoluto e che richiederà più lavoro (e soldi uffa): innanzitutto odio profondamente la testiera del letto che non centra nulla con il resto ma rimpiazzarla costa tantissimo quindi sto pensando bene cosa fare (idee e consigli sono sempre bene accetti). Ho poi ordinato un tavolo beauty e vorrei cambiare il copriletto che, nonostante adori, non si “sposa” bene con la parete pistacchio. Anche le lampade nere devono sparire: le abbiamo “ereditate” dai precedenti inquilini della casa ad Amsterdam ma non sono assolutamente nel mio stile.

La stanza della Toddler è molto carina ma le pareti necessitano di qualche decorazione e voglio sostituire il lampadario con uno più adatto ad una principessa come lei 😉

La nursery del piccolo è al momento inesistente: dobbiamo cambiare la moquette e solo dopo mi darò all’arredamento selvaggio. Per ora sto pensando ad un mix di blu ed azzurri pastello abbinati ad uno stile un po’ nautico.

Queste che vedete sono alcune foto della mia casa allo stato attuale e, presto, mi piacerebbe mostrarvi stanza per stanza con un home tour dedicato, che ne dite?

You may also like

4 commenti

  • Ciao Sara! Come sempre hai fatto un ottimo lavoro! Ma sai che invece a me piacciono la testata del letto e le lampade nere? Tra poco toccherà a noi traslocare e provo un mix di eccitazione e paura se penso a tutto il lavoro da fare!! Ti mando un grande abbraccio!

  • Molto bella la tua casetta, specialmente l'angolo con il caminetto.
    Perché non ti piace il letto? Avete ereditato anche quello?? A me piace molto invece.
    Continua a bombardare con foto che devo avere ispirazione. A breve ci trasferiamo e avrò 140 mq da arredare ��

  • La casa mi sembra bella e accogliente. La testata del letto non è tanto male, forse un po' scura: potresti rivestirla di un colore diverso, oppure, se proprio non ti piace, toglierla e sostituire con qualcosa di semplice tipo dipingere la parete di un bel colore, appendere un arazzo o un bel tessuto al posto della testiera…Comunque complimenti per il "senso di casa". claudiag

Comments are closed.