Auguri super mamme!!!!

Ciao ragazze,

siccome questa settimana sara’ la festa della mamma ho pensato di scrivere alcune righe sulla mia esperienza personale…

Sono diventata mamma il 17 luglio del 2014; formalmente quello e’ stato il giorno in cui ho dato alla luce Catherine, ma ero assolutamente impreparata e scombussolata da questa nuova avventura. 
Ho passato i primi mesi a sentirmi inadeguata io che, schiava del tiralatte, ho dimenticato di godermi le sue prime settimane di vita pur di continuare a nutrirla esclusivamente con il mio latte…questo sarà sempre il mio unico rimorso: l’essermi totalmente annientata come donna pur di darle latte materno. Allora non mi sentivo una mamma, mi sentivo una mucca per lo piu’ incapace e impacciata. Per questo motivo non credo tirerò mai più il latte se avessi la fortuna di avere un secondo figlio.

Sono diventata mamma a tutti gli effetti col tempo, quando mi sono trovata sola e me la sono dovuta sbrigare, volente o nolente… a volte passo giornate in cui mi sembra di impazzire: lo stress diventa insopportabile così come il senso di colpa dovuto alla consapevolezza che presto rimpiangerò Catherine così piccola.

Potrei elencare molti aspettavi negativi dell’essere mamma, soprattutto dell’essere una mamma sola, senza famiglia, senza aiuti e con un marito sempre in viaggio. Potrei raccontarvi di come il mio corpo sia cambiato irreparabilmente e di come sia difficile per me accettarlo. Potrei spiegarvi che la mia vita, quella di prima e’ un ricordo sbiadito e che avere del tempo per me e’ ormai impossibile: sono la sola persona che si può prendere cura di Catherine e, per come sono fatta, al momento non riuscirei a lasciarla ad una baby sitter.

Oggi pero’ voglio vorrei tralasciare le negatività, che sono innegabili, per parlarvi di come, grazie a  Catherine io stia imparando giorno per giorno ad essere madre. Essere l’unica figura adulta presente nel suo quotidiano mi fa sentire invincibile: lei mi trasmette una forza indescrivibile e inesauribile…alla fine della giornata mi sento appagata e felice come non mai. Così felice (nonostante mi lamenti parecchio, ma sono umana) che, a volte, ho paura tutta questa felicita’ sia troppa e vorrei poter imprimere tutta questa gioia nel cuore. Mi chiedo spesso cosa abbia fatto di così buono per meritarmi Catherine e mi rendo conto che, un amore così forte, sia impossibile da spiegare a parole e non voglio nemmeno tentare di farlo…chi e’ mamma capirà 🙂

Voglio augurare a tutte le mamme di trascorrere un giorno speciale domenica, voglio dirvi di sentirvi fiere, di guardare i vostri bambini e ricordarvi che siete voi a guidarli in questo bellissimo viaggio.  Voglio dirvi che, anche se siamo tutte mamme imperfette, ciò che conta e’ mettercela tutta.

Voglio anche rivolgere un pensiero speciale a tutte quelle donne che vorrebbero essere mamme e che non perdono la speranza; voglio dirvi che vi abbraccio tutte e che spero con tutto il cuore che possiate realizzare questo desiderio.

Buona vita mamme, facciamo davvero il mestiere più bello del mondo….
Sara

You may also like

5 commenti

  • Bellissimo post!
    Mi ritrovo in queste parole, anch'io sola e lontana da casa (sono in Svezia) e con un marito sempre in viaggio (anche se non viaggia è sempre impegnato comunque).
    Penso che è normale che ci si senta inadeguate in certe occasioni, come in ogni cosa che si fa per la prima volta. L'importante è fare del proprio meglio!!
    Mi auguro anch'io che tutte quelle donne che vogliono diventare mamme ci riescano, in particolare quelle come me che hanno percorso una lunga strada per riuscirsi!
    Ciao

  • Avrei scritto le stesse parole! Io ho rinunciato a dare a Nathan Taylor il mio latte dopo 2 settimane, poco latte e delle ragadi dolorissime! Purtroppo siamo mamme spesso sole ma questo ci rende più forti e mature! Credo che i nostri bimbi quando saranno grandi ci ringrazieranno per quello che abbiamo fatto e avranno un ottimo esempio da seguire! La mamma é sempre la mamma!

  • Hai fatto bene a smettere il latte se era un simile casino, io il prossimo o si attacca o si beve quello in polvere, potrei risultare orribile dicendo questo, ma non voglio più perdermi dei momenti così' preziosi ….

  • Capisco come ti senti, anche io quando ho avuto i primi periodi con Camilla che facevo fatica col mio latte mi sentivo una fallita a darle il latte in polvere… Poi mi sono detta "l'allattamento non determina la bravura di una mamma" quindi mi sono messa l'anima in pace! Errori o meno sono sempre esperienze che ci porteremo dietro per tutta la vita e che ci aiuteranno in futuro! Tanti auguri anche a te cara, ti sento vicina anche perché come ben sai anche io gestisco due bimbe da sola con il papà lontano… Ma siamo forti e anche se i momenti di disperazione ci sono li supereremo sempre!

Comments are closed.