Catherine’s tales: 15 mesi

Siamo gia’ al quindicesimo mese!! Il tempo con una toddler scorre velocissimo anche se certe giornate sembrano eterne, che strano paradosso 😉

Allattamento: siamo sempre ai due biberon al giorno (colazione e buonanotte) di Aptamil Anti reflusso; vorrei inserire il latte di proseguimento anche se l’ultima prova era andata malissimo e la toddler aveva rifiutato il latte per ben tre giorni.

Svezzamento: abbiamo passato un periodo idilliaco (durato circa una settimana) in cui Catherine non solo mangiava senza urlare ma mangiava da sola! Ero cosi’ felice ma la mia gioia e’ deceduta troppo in fretta haha! Causa premolare in vista più raffreddore, la toddler ha iniziato ad urlare come un’assatanata appena posizionata di fronte al cibo. Dopo giornate da incubo e un pomeriggio passato a crogiolarmi nelle lacrime e a chiedermi il perché di tanto astio verso la pappa ho trovato un “escamotage” che funziona quasi sempre! Basta che io tenga in mano una fettina di formaggio (tipo quelle da toast) e lei lo spilucca mentre io la imbocco e mangia! Altra soluzione piattino con Philadelphia che adora…Ci sono ancora giornate in cui (con mia vergogna annessa) mangia solo davanti ai cartoni e, sebbene io sia assolutamente contraria, non me la sento di farle saltare un pasto perché urlerebbe tutto il giorno (abbiamo gia’ provato) e io uscirei fuori di testa hahaha! Mi spiace che abbia smesso di mangiare da sola ma amen, ricomincerà. Per invogliarla lascio sempre un cucchiaino extra nel piatto ma per ora non lo calcola molto. Come vedete la parola “sopravvivenza” e’ sempre alla base delle mia giornate haha!

Routine: il pisolino del mattino e’ stato sacrificato per poter permettere alla toddler di presenziare ai vari avvenimenti settimanali, se dorme lo fa solo nel tragitto in cui la madre/tassista (cioè io) la scarrozza ai vari appuntamenti. Il giovedì mattina siamo a casa e le faccio fare solo un riposino di  mezz’ora per non perdere il ritmo anche se la tentazione di lasciarla dormire e’ tanta hahaha. Altro cambio nella sua routine e’ il momento bagnetto che, spesso, avviene prima di cena e non dopo: le giornate si sono accorciate e, arrivando presto a casa, le faccio fare un bel bagno rilassante prima di mettersi a tavola (e urlare).

Giochi e attività: nulla e’ cambiato su questo fronte. Il Panda non gioca ma distrugge anche se, da quando partecipa a numerose attività, e’ molto più tranquilla ed a volte si intrattiene persino nel box da sola, miracolo! In quei momenti io devo nascondermi e non emettere nessun suono per evitare di distrarla; se ciò avviene sono fregata poiché il Panda si rende conto di essere in cattività e inizia le lagne per uscire. In questo periodo Catherine manifesta molto attaccamento ai suoi Dudu’ (anche se non li differenzia nel senso che uno vale l’altro) e al suo panda in peluche: li vuole sempre con se, offre loro il suo ciuccio e l’altro giorno cercava di nutrirli con la sua galletta di riso hahaha!! Troppo tenera!


Punti negativi: ovviamente il tasto “pasti” e’ sempre molto dolente ma Catherine, per quanto iper attiva e melodrammatica, e’ una bimba adorabile e si fa perdonare tutto.

Progressi: la toddler inizia a voler comunicare e, spesso, si intrattiene con lunghi monologhi in simil giapponese. Mi fa morire dal ridere e parla anche ai pupazzi in maniera molto seria 🙂 Poverina chissà che lingua parlerà visto il mix che sente ogni giorno! Ha anche imparato a correre per la mia gioia immensa e il ballo e’ il suo passatempo preferito.

P.S. questo mese ho pensato di inserire un mini video per accompagnare questo post, fatemi sapere se vi piace l’idea e vorreste vederne di simili ogni mese.

You may also like

12 commenti

Comments are closed.