Catherine’s tales: 17 mesi!

Il diciassettesimo mese di Catherine e’ stato un mix di gioie e “dolori”: la prima febbre, denti come se piovessero e raffreddori continui causati da toddler/untori. Ho anche avuto la brillante idea di scrivere un post al giorno fino alle vacanze (non fraintendetemi, io AMO scrivere! Sono quasi ossessionata dal mio blog ma il tempo e’ sempre ridotto) proprio nel periodo più incasinato nell’anno…ragazze sono sull’orlo di una (mommy) crisi 😉
Ultimamente sono abbastanza stressata e quando sono stressata mi lamento a raffica con Charles, pover uomo! A volte mi chiedo come faccia a sopportarmi haha!
Ad ogni modo, bando alle ciance e iniziamo a parlare di cose da toddler.
P.S. Ho cambiato un po’ le categorie dell’update perché più sensate rispetto all’ eta’ di Catherine.
FOOD & CO: habemus Toddler svezzata, yuppie! Catherine mangia tutto da sola anche yogurt e semi liquidi; anche i pavimenti/muri/sedie/cane hanno così la possibilità di “assaggiare” le varie pietanze: il cibo e’ everywhere ma chissenefrega! La mamma/sguattera e’ sempre pronta con stracci e straccetti a pulire laddove Pelu’ non riesce ad arrivare (altrimenti ci pensa lei: la quadrupede e più efficace di un Dyson).
Non so mai cosa cucinare (che novità) ma le mie amiche expat mi hanno dato un idea super! Fette di pane tostato con vari condimenti: avocado, banana schiacciata, burro di arachidi (qui sono molto easy e danno frutta a guscio molto presto), marmellata, formaggio fresco, humus e via libera alla fantasia! Catherine adora quando le preparo i toast perché sono carini visivamente e le piace tantissimo avere una variazione di sapori nel piatto: ovviamente non si fa problemi a mischiare dolce e salato; e’ una maestra nell’arte della “fusion cuisine”.
Ci sono giornate in cui il Panda arriva all’ora dei pasti di pessimo umore (forse troppo affamata), si rifiuta di mangiare e urla, solo Peppa Pig la riesce a calmare. Non sono felice di farle vedere i cartoni mentre mangia ma si tratta di casi isolati in cui o così o pomi’, nel senso che ha la capacità innata di sbraitare per ore e, come vi ho già detto, per me si tratta di sopravvivere 😉
Abbiamo aggiunto un biberon di latte a merenda e tolto quello a colazione perché la Toddler lo disdegnava: ora ama iniziare la giornata con Babybel, yogurt (preferibilmente Activia alla ciliegia), toast con salmone affumicato o banana. Insomma ha gusti raffinati e very chic 😉 peccato che le manchino le nozioni basilari di galateo: non usare il cibo come gel, non tirarlo in aria e non leccare il piatto.
ATTIVITA’ E GIOCHI PREFERITI: Catherine ha completato con successo il suo primo corso di nuoto guadagnandosi il diploma di “Papera”, al prossimo giro sarà un “Cigno” haha! Stavo morendo dal ridere quando hanno premiato i toddler con i badge durante l’ultima lezione. Ormai si immerge che e’ un piacere ed e’ pronta per il nuoto sincronizzato 😉
Per quanto riguarda i giochi la situation non e’ cambiata di molto, la Toddler preferisce cimentarsi in altre attività: l’arrampicata del divano, tentare di cavalcare Pelu’ e, in cima alla top list si piazza lo svuotamento della lavastoviglie! Catherine si aggira sempre nei paraggi per essere sicura di non perdersi un possibile svuotamento, insistendo ad aprire l’agognato elettrodomestico ogni due per tre; la sua faccia quando può sistemare i piatti nei cassetti e’ davvero troppo tenera. Sono perfettamente consapevole che, prima o poi, farà cadere qualcosa ma pazienza, tolgo subito le posate e oggetti pericolosi/costosi, e la lascio fare: credo fortemente che i bambini debbano essere stimolati e lasciati liberi di essere bambini. Lei e’ così felice quando può aiutare e, a modo suo, mi aiuta davvero!
GO TODDLER, GO!
PROGRESSI: la Toddler sta imparando a saltare: e’ sempre impegnata nel molleggio delle gambette ma non ha ancora capito che deve staccare le zampette da terra per librarsi in volo 😉
Ultimamente non sta zitta un secondo (ma chissà da chi avrà preso! Ma voi non amate parlare come se non ci fosse un domani?!?), tiene dei veri e propri comizi che hanno lo stesso suono del giapponese, poverina avrà un tale caos di lingue in testa 🙁 e dire che basterebbe tornare in Inghilterra per risolvere il problema, convincete Charles!!
ROUTINE: la routine e’ sempre la solita, abbiamo solo cambiato il momento del bagno spostandolo nuovamente a dopo cena. Dopo qualche sera in cui la Toddler e’ andata a dormire con i capelli modellati dal pesto, abbiamo capito che e’ meglio farle il bagno subito prima della nanna.
Catherine ha anche preso una cattiva abitudine: ogni mattina tra le 5 e le 6 inizia a lagnarsi a volume basso per poi raggiungere picchi acuti fastidiosissimi; l’unica soluzione e’ portarla nel nostro letto dove, dopo avermi “menata” per circa un’ora, torna a dormire fino alle 8.00/8.30. A me questo vizietto non piace per nulla: prima di tutto ho paura che sarà un problema quando finalmente avrà la sua stanza e ho paura che cada. Creo sempre una barriera (quando Charles non c’è) di cuscini e coperte abbastanza alta ma la Toddler e’ agile come un gatto! Non so proprio cosa fare per farle perdere il vizio; forse dovrei essere severa e svegliarmi piuttosto di dargliela vinta ma, giuro, non ce la posso fare. Soprattutto perché spesso, fa ancora tantissimi risvegli.
PUNTI NEGATIVI: denti, maledetti denti! Quando questi odiosi spingono per uscire sono notti da incubo! Ormai Catherine e’ una junkie, dipendente da gel per la dentizione (omeopatico): si sveglia urlante sporgendomi il ciuccio che devo coprire con la dose di gel haha! 
A parte i denti il Panda e’ davvero adorabile ma anche vivacissima e a starle dietro mi faccio di quelle sudate! Almeno mi tengo in forma (o così mi piace pensare) e posso evitare l’odiosissima palestra!

You may also like

3 commenti

  • Ciao, sono Sara, una nonna pendolare, passo metà settimana a Zurigo, il resto al sole della splendida Liguria.
    Il tuo blog, mi piace molto, prendo spunti per divertirmi con il mio toddler ��.
    Ho letto del corso di nuoto della tua toddlerina��. Mi dai qualche dritta? Io non so dove rivolgermi, anche mio figlio e mia nuora, sono trasferiti da poco.
    Grazie.

  • Scusa, Ho scritto come anonimo, perché non riuscivo a farlo in altri modi, Non sono molto esperta con questi mezzi!

  • Che brava nonna!! Io amo la Liguria!! Il corso di nuoto che abbiamo fatto (adesso abbiamo sospeso perché Catherine si ammalava sempre) si chiama WATERBABIES e lo fanno nelle piscine di Kilchberg che sono bellissime! Lascio qui il link se potrebbe essere utile!
    http://www.waterbabies.ch
    N.B I corsi sono in lingua inglese.

    Un abbraccio e grazie per la fiducia!!

Comments are closed.