Un anno di Sara and Catherine’s tales

Domani il mio blog spegnera’ la sua prima candelina, il tempo e’ passato velocissimo e io mi sono appassionata sempre più a questo passatempo che mi permette di evadere dall’essere mamma e stop.
Un anno può non sembrare molto ma, per me, raggiungere questo traguardo e’ un vero e proprio record: sono sempre stata incostante e non sono mai stata capace di portare a termine un progetto, MAI. Nemmeno con l’università, mollata a due esami dalla laurea per inseguire il mio sogno inglese (e chi l’avrebbe detto che avrei conosciuto mio marito e non sarei più tornata indietro?!). Arrivo sempre vicina ai traguardi e poi, chissà perché, scappo o trovo qualcosa di più interessante, artistico o appagante da fare. Sono variabile in tutto: voglio cambiare Paese ogni due per tre…mi sembra di dover divorare esperienze senza mai fermarmi, per non sprecare nulla, per vivere tutto ciò che e’ possibile vivere. Ammetto che, se almeno per una volta, riuscissi a focalizzare le mie energie su un solo obiettivo e impegnarmi per raggiungerlo ne sarei davvero soddisfatta ahah!

Bene, tutto questo bla bla per dire che sono molto felice, dopo un’anno, di non essermi ancora stufata di scrivere questo blog; al contrario mi sto appassionando sempre di più. Conoscendomi, questa passione potrebbe abbandonarmi domani ma io spero proprio di no.
Scrivere e’ una cosa che ho sempre amato fare: ogni volta che mi sentivo giu’ correvo dai miei diari che scribacchiavo usando il letto come tavola e le ginocchia come appoggio. Mettere i miei pensieri in bianco su nero mi ha sempre dato un senso di leggerezza…di libertà, questo mio “hobby” mi ha anche aiutata ad uscire da un periodo molto buio della mia vita. Purtroppo, dopo sei anni all’estero, non riesco più a parlare/scrivere decentemente ne’ in inglese ne’ in Italiano ma, spero, di migliorare con la pratica haha!

Con il passare dei mesi questo blog ha acquisito sempre di più una propria identità: e’ buffo pensare che inaugurai il blog con una ricetta, proprio io che odio cucinare! Le ricette sono andate sparendo (hahaha) mentre i mie post stanno diventando sempre più personali, riflettono le nostre avventure come famiglia e le mie passioni.
Spero che passerete un altro anno con noi e che le mie passioni si irrobustiscano sempre di più! Ci vediamo nel 2016 😉

You may also like

10 commenti

Comments are closed.