Catherine’s tales 22/23 mesi


Siccome sia la routine che lo sviluppo di Catherine non variano più in maniera così drammatica ogni mese, ho pensato di scrivere un post sulle sue “vicissitudini” ogni due mesi per evitare che diventino noiosi e troppo simili. Potrei anche scrivere più raramente su questo argomento ma, ormai, mi sono affezionata a questo tipo di post e mi piace rileggerli nel tempo; un po’ come se fossero parte di un diario virtuale…e voi che cosa ne pensate?

Vi anticipo che Catherine è entrata nei “terribili 2” in anticipo e certe giornate sono davvero difficili!

FOOD & CO:
Purtroppo Catherine non ama la verdura se non passata e servita sotto forma di zuppette da bebè, badate bene che non posso usare nessun ingrediente di colore verde perché la Toddler preferisce saltare un pasto, salvo poi urlare la notte dalla fame, che assaggiare qualunque cosa abbia questo colore. L’unico modo per farle assaggiare verdure a pezzi è condirle con il Ketchup; so che la cosa non è molto salutare e quindi non glielo concedo spesso e sempre a piccole dosi. Abbiamo anche trovato un ketchup a contenuto ridotto di zuccheri quindi forse va un po’ meglio, pero’ ragazze cosa non si fa per la sopravvivenza 😉
Per quanto riguarda l’universo frutta Catherine mangia solo banane e uva mentre sputa schifata ogni altra cosa che le propongo. Una cosa che ama alla follia è lo yogurt serale che le preparo con granola e avena, non ne ha mai abbastanza e continua a richiedere extra porzioni con la sua super vocina: “more, more!” che è il suo mantra quando si tratta di Yogurt!


ATTIVITÀ E GIOCHI PREFERITI:
Catherine gioca in tre modalità che ripete in loop:
  1. Molestie e rincorse al cane, queste sono continue e senza fine tanto che, spesso, devo chiudere Pelù in giardino per evitare che la esasperi. Pelù è una santa canina e si fa fare di tutto, il problema è che Catherine tenta di riprodurre gli stessi sketch con cani al parco, che siano pitbull o chiwawa! Nulla la intimorisce e devo fare davvero attenzione.
  2. Qualche settimana fa abbiamo comperato a Catherine un passeggino giocattolo perché ho pensato che fosse un buon “escamotage” per farla camminare un po’ di più. Bene, ho creato un mostro! Ormai lei e il passeggino sono inseparabili tanto che, più di una volta, ho dovuto portarla in braccio esausta mentre lei teneva ancora stretto il suo passeggino, haha!! Anche in casa mette dentro il panda, gli da da bere, da mangiare e l’altro giorno l’ho beccata che gli soffiava il naso con un fazzoletto! Sono morta dal ridere!! Ovviamente il passeggino viene anche utilizzato nella “rincorsa al cane” e si è rotto in due giorni; devo cucirglielo prima di partire per le vacanze.
  3. Catherine ama preparare il tea nelle sue tazzine giocattolo e, sia io che Charles, dobbiamo berne infinite quantità seduti nei posti da lei prescelti, è molto specifica su quest’ultimo punto e non possiamo sgarrare.
Per quanto riguarda le attività direi che ama tutte quelle che prevedono di stare con altri bimbi senza barriere, insomma quelle dove si può far bordello!! Per quanto riguarda il momento cartoni (sì li guarda un’oretta al giorno, sono snaturata che vi devo dire!) il suo preferito al momento è Masha e Orso mentre disdegna la Peppa che ritiene roba da poppanti!


PROGRESSI:
Catherine non ha imparato nuove parole ma ha iniziato a associarle tra di loro: ora dice “bye bye Mamma” oppure “night night papà”, “ù è scisci” (dov’è il ciuccio?) e “ù è shoes?” (dove sono le scarpe?). La Toddler ha anche manifestato un ossessione vera e propria per i sandali: li vuole indossare sempre, anche se piove! Quando le metto le sneakers si arrabbia tantissimo; addirittura un pomeriggio ha fatto una scenata di mezz’ora perché “ho osato” toglierle le Havaianas per il pisolino haha! 
Nonostante il suo vocabolario sia alquanto scarno, Catherine capisce benissimo cosa le si dice anche se, spesso, preferisce ignorarci!


PUNTI NEGATIVI:

Potrei scrivere un vero e proprio poema a riguardo in quanto la Toddler è in piena fase “Terrible Two”! Visto che ha anticipato sui tempi, spero che finisca prima questa “simpatica” fase.
Ormai è un costante capriccio e se le cose non vanno E-S-A-T-T-A-M-E-N-T-E come sua maestà la Toddler desidera iniziano urla, calci, lanci a terra che spesso, non so come placare. 
Catherine sa bene cosa vuole fare e, spesso, sono cose poco consone (buttarsi nei canali, svuotare scaffali interi al supermercato, agguantare cani a sorpresa, menare il “woof, woof”, salire e scendere scale in loop e via dicendo). Inoltre ha pochissima pazienza: quello che vuole deve arrivare subito altrimenti, dalla rabbia, non lo vuole più e lo lancia a terra! Insomma sto collezionando figuracce a tutto spiano! Altra novità è che Catherine è terrorizzata di fare “cacà”: l’ha fatta una volta nella vaschetta e, da allora, non vuole più fare il bagno o essere cambiata, si muove come un anguilla e rende entrambe le operazioni peggio di una maratona nonché pericolose! Proprio oggi ho comprato un arsenale di giochi da bagno sperando di farle passare la fobia perché la Toddler va lavata, punto!
Non vi nascono che alle volte è davvero dura: tra l’imbarazzo e la frustrazione non so come reagire e, alle volte, perdo la pazienza facendo la voce grossa (ok, ok a volte urlo proprio) giusto per sentirmi una cacca/madre orribile subito dopo. Essere sempre sola con lei non aiuta, anzi!
Vorrei controbilanciare questa lista di cose negativi dicendovi che Catherine sa anche essere dolce come non mai: quando dice “bye bye” al tranviere, quando dal nulla si avvicina per un bacino e quando mi offre la centesima tazza di tea. Sa tirare fuori il peggio di me, questo è certo, ma quando la vedo correre con le sue ginocchia cicciotte mi sento la persona più fortunata sulla terra. La amo alla follia!

Un bacio a tutte e un abbraccio solidale a tutte le mamme di duenni!! Al prossimo update!

You may also like

2 commenti

  • Tesoro ma non sei una madre orribile!!!!!! Sei una madre stupenda! La mia Cate come sai è più piccola della toddler ma fa già i suoi bei capricci con tanto di scenate lanciandosi a terra in (finte) lacrime. Sai che ti dico? Da quando ho ripreso a lavorare riesco a gestirla molto meglio perchè il poco tempo che sono con lei sono più tranquilla! Guarda che stare 24/7 con un bimbo come fai tu non è semplice, ricordatelo quando ti senti una cacca!!!!! E' bellissimo e sicuramente appagante sotto alcuni punti di vista, ma psicologicamente può essere impegnativo più di qualsiasi altro lavoro!!! Quindi ben vengano i cartoni se ti concedono qualche minuto di respiro (tanto non è che la piazzi davanti alla tv da mattina a sera) e se capita di urlare…a chi non succede???
    Ti mando un bacio enorme e vado a leggere un po' di post che mi sono persa!!!

  • Che tesoro meraviglioso. Mi ritrovo in molti punti… sono due monelle scatenate.
    Anche qui adora Masha e accetta un pochino Peppa. La sua vittima, non avendo un cane, è la tartaruga. La trovo spesso a cullare il suo coniglietto di peluche Murphy che quando continua a piangere (per finta)allatta pure al seno … Oh My God… ho prodotto una talebana dell'allattamento 😉
    Baci ragazze

Comments are closed.