NASINI TAPPATI E IL METODO NARHINEL 

NASINI TAPPATI E IL METODO NARHINEL

Qualche giorno fa vi ho chiesto come pulite il nasino dei vostri bambini e, in tantissime, mi avete confidato di affidarvi ai lavaggi e all’aspirazione nasale, proprio come faccio io!

Come sempre, mi avete arricchita di spunti per alleviare il fastidio dei nasini tappati. 

Se con Catherine non ho mai avuto molti problemi, nel senso che il raffreddore non ha mai sembrato causarle grossi fastidi, lo stesso non è accaduto con Harvey. Lui, infatti, è arrivato anche a vomitare quando è particolarmente “intasato”. Per questo, corro subito ai ripari: al primo sintomo, mi munisco di fialetta per lavaggi e aspiratore nasale soft di Narhinel per scongiurare il temuto nemico!

Devo essere sincera, Harvey non ama né i lavaggi né l’aspirazione ma i benefici che ho notato superano di gran lunga quel paio di minuti di capricci (ok, forse dovrei dire momenti di lotta libera, ahahah!). Il “fantastico” muco che riesco ad aspirare, nonostante non sia piacevole per gli occhi (ma sempre meglio del contenuto di certi pannolini, no?) lo lascia libero di mangiare e dormire in maniera più tranquilla e si sa che il binomio “bambini che dormono = mamme che dormono” ha la sua importanza!

Recenti survey hanno evidenziato che il 38% di mamme non conosce appieno i benefici dell’aspirazione e/o si ritiene soddisfatta dall’uso unico della soluzione fisiologica. Sfatiamo questo mito: sebbene i lavaggi nasali siano importantissimi e vadano fatti, è solo aggiungendo lo step successivo di “aspirazione” che si ottiene un risultato completo. Questo perché il primo step di lavaggio serve ad ammorbidire il muco, mentre il secondo di aspirazione ne permette la sua eliminazione.

L’aspiratore nasale Soft di Narhinel è igienico e semplice da usare e nelle maniera più assoluta NON FA MALE AI BIMBI, anzi! Oltre ad aiutare i vostri piccoli nella respirazione, il metodo Nahrinel è anche un valido alleato nella prevenzione dell’otite media e della rinosinusite. Chi, come me, ha sofferto di otiti da piccola può ricordare molto bene quanto fosse dolorosa e quindi ben vengano questi aiuti.

 

Ora vi racconto un aneddoto troppo divertente: Catherine, come vi dicevo, non ha mai patito molto i raffreddori ma, ancora ad oggi non ha imparato a soffiarsi il naso ma si ostina a inalare (anziché soffiare) dentro il fazzoletto (ahah). Bene, da quando ha visto Harvey durante il momento “aspirazione” vuole sempre farsi aspirare il naso quando èraffreddata! Noi continuiamo a spiegarle che deve soffiare dentro il fazzoletto, ma niente, per ora non c’è speranza! Dite che ce la faremo prima o poi?

Follow:

Looking for Something?