Mini London home tour in collaborazione con Laura Ashley

Ho sempre sognato di vivere in una conversione vittoriana a Londra e di arredarla mescolando tessuti e pattern seguendo lo stile tradizionale inglese.

Negli ultimi anni io e mio marito ci siamo spostati molto; addirittura abbiamo affrontato due traslochi internazionali a distanza di 8 mesi l’uno dall’altro. Una bella fatica questo è certo, ma avrei mai potuto rinunciare all’occasione di tornare finalmente nella mia amata Londra? Avrei mai potuto rinunciare al mio sogno di vivere in una casa in stile vittoriano? Ovvio che no! Quindi eccoci qua, 9 mesi dopo ed un figlio in più in questa casa che mi ha rapito immediatamente. Al momento siamo in affitto ma spero di mostrarvi che, anche se non si ha la fortuna di possedere la propria casa, la si può comunque rendere “propria” aggiungendo tocchi decorativi e arredi carini.

Vi porto con me a scoprire come ho arredato la mia casetta, ovviamente c’è ancora molto da fare ma sssht non ditelo a mio marito.

SOGGIORNO:

Questa è la stanza in cui passiamo la maggior parte del nostro tempo ed è quindi la prima che ho cercato di terminare. Per la prima volta, ho preso coraggio, ed ho abbandonato i colori neutri iniziando ad abbinare fantasie diverse: tessuti a scacchi e fantasie floreali fanno da padrone con toni che variano dal malva al verde pistacchio.

Le librerie a muro sono bellissime a vedersi ma difficilissime da arredare. Personalmente non amo i libri messi in mostra: preferisco un effetto monocromatico con accenni di colore dati da fiori freschi o candele. Al momento ho riempito le mensole con tantissime fotografie in bianco e nero inserite in cornici bianche. Ho poi aggiunto due set di scatole con rifiniture in velluto che contengono tantissimi ricordi di Catherine e Harvey. Ne hanno due a testa e al loro interno ci sono i braccialetti dell’ospedale, le prime tutine, ricordi dei compleanni ed i primi ciucci. Un giorno potranno avere queste scatole e, spero, ricordare quanto siano sempre stati amati.

Per nascondere i “fantastici” giochi in plastica dai colori fluo utilizzo da sempre cesti in rattan, questi che vedete sono super perché hanno il coperchio e quindi il tripudio di colori resta lontano dagli occhi e lontano dal cuore (ah ah!).

CUCINA:

Adoro la nostra cucina in perfetto stile country! Qui vedete una tavola che avevo apparecchiato per una cena con amici e tutta sui toni dell’azzurro. La torta è protagonista con qualche decorazione floreale, of course. Come vedete ho colorato il frosting sia per renderla più carina (Catherine adora le torte rosa) che per nascondere le imperfezioni che, nel mio caso, sono sempre parecchie.

CAMERA MATRIMONIALE:

La nostra camera è stata un lungo processo, se vi ricordate avevamo quel letto con la testiera nera che odiavo tantissimo! Ora è stato finalmente rimpiazzato da un bellissimo letto in legno bianco che ha subito dato luce alla stanza. La parete verde pistacchio mi ha ispirata ad arredare la stanza utilizzando diverse tonalità di verde ed azzurro. Sono molto soddisfatta del risultato: quando entro in camera questi colori pastello mi fanno sentire calma e rilassata; peccato che questa sensazione duri poco perché le baby urla prendono, quasi subito, il sopravvento.

LA CAMERETTA DI CATHERINE:

Catherine vuole tutto rosa, dai vestiti ai mobili. Ieri mi ha anche chiesto se potevamo dipingere la casa di rosa con papà nel week end. Come vedete i suoi desideri sono stati esauriti: farfalle rosa sui muri (gli sticker sono perfetti se siete è in affitto), lenzuola rosa, tappeto rosa…insomma un “pink paradise”. Non abbiamo ancora comperato nessun comodino per la sua stanza ed al momento, questo set di scatole, lo rimpiazzano a meraviglia e contengono un sacco di “tesori toddler”.

Che ne dite, vi piace la mia casetta finora? Vorreste vedere di più?

DISCLAIMER: questo post è in collaborazione con Laura Ashley.

Follow: