Vita da expat: il rovescio della medaglia

Adoro vivere a Londra: adoro il suo buzz quotidiano, le strade che pulsano di vita, le mille cose da fare e vedere e l’adrenalina che trasuda nell’aria. Sono davvero grata di poter vivere qui e, come sapete, non vorrei essere in nessun altra parte del mondo.

MA…

Nella vita c’è sempre un MA e la perfezione è un’utopia, c’è un enorme prezzo da pagare dietro la scelta di vivere all’estero. Un prezzo che certi giorni è più duro da accettare: l’essere lontani dalle persone che amiamo. Persone con cui abbiamo spartito fette importanti di vita quotidiana che, ad un certo punto, si interrompono e vengono a mancare.

Non sono i momenti straordinari di cui sento la mancanza ma è quella banale quotidianità che, a distanza, non può più essere condivisa. E’ vero che la vita cambia, si evolve; ma è ugualmente vero che il tempo non ritorna più e, chi vive lontano dalla propria famiglia, ne perde inevitabilmente dei frammenti.

Prima di avere figli tornavo spesso in Italia, ora è più difficile e, di conseguenza, ci vediamo di meno. Probabilmente, quando cresceranno, sarà più facile viaggiare anche solo noi tre ma, per ora, sono davvero felice che mia mamma ci faccia visita due o tre volte l’anno. Catherine ha un rapporto fortissimo con lei ma, a parte quei momenti insieme, siamo soli. Questo ci rende più uniti: ci “appoggiamo” l’uno all’altro, ci fortifichiamo l’uno con l’altro, siamo estremamente preziosi l’uno per l’altro e ci BASTIAMO a vicenda perchè è così che deve essere.

Sorellina, non vedo l’ora di condividere altri gelati improponibili con te haha!!

E’ stato bellissimo avere mia mamma, mia sorella e la piccola Sofia qui con noi ma, allo stesso tempo, salutarsi è SEMPRE un pugno al cuore; perché all’assenza non ci si abitua mai.

Ogni volta che chiudo la porta dietro le persone che amo, precipito in un silenzio assordante. Improvvisamente ogni minimo rumore, come quello della lavastoviglie o dell’orologio che ticchetta, si amplifica, rimbalzando di stanza in stanza e facendo percepire la nostra casa come un maledetto contenitore vuoto. Ci vogliono giorni prima che passi la malinconia. LO SO, sono troppo sensibile: una sensibilità che per me è spesso una condanna ma che, allo stesso tempo, mi fa assaporare la vita in una maniera totale, fino al midollo.

Ora lo so che ad attendermi ci sarà qualche giorno di vita in questa sorta di  “limbo”. Giorni in cui chiamerò il nome di mia sorella per sbaglio o aspetterò di vedere mia mamma scendere le scale. Giorni in cui piangerò riponendo il suo pigiama pulito nel cassetto, pronto ad essere ancora indossato. Giorni in cui riordinerò la loro stanza con cura maniacale, per poi evitare di rientrarci finché non si riempirà dinuovo di vita. Poi, dopo qualche notte passata a sognare di averle ancora qui, tornerò a quella vita che tanto adoro ma, prima, mi dovrò riabituare al loro non esserci. Ancora una volta e non sarà certo l’ultima.

Adesso però è persino più difficile perchè vedere Catherine piangere perchè le mancano è straziante.  A volte mi sento in colpa per non vivere dove sono loro ma poi mi ricordo che, quando ero piccola, attraversavo lo stesso “dolore” quando dovevo lasciare la casa al mare dopo averci passato l’estate con i nonni. Piangevo per giorni nonostante vivessimo a 15 minuti di distanza. Ora quei mesi sono in cima ai miei ricordi più belli e queste giornate insieme lo saranno per lei.

Io non posso fare altro che stringerla forte e ringraziarla perché, con la sua innocenza, mi mostra qual’è l’unica cosa che conta nella vita: l’amore incondizionato.

Non posso che lasciare che mi tempo faccia il suo dovere e non posso che essere immensamente grata per avere avuto qui la mia famiglia; per aver potuto mostrar loro uno spezzato della nostra quotidianità londinese. Anche se oggi è difficile salutarsi, so che domani questi istanti trascorsi insieme si trasformeranno in ricordi perfetti da custodire per sempre.

La famiglia, in qualsiasi sua forma, è una delle cose più preziose che abbiamo e attendo con il cuore pieno le nostre prossime avventure.

Follow:

Looking for Something?